Tutti gli articoli

Codice destinatario, come trovarlo e come utilizzarlo

Tutti ne hanno sentito parlare, ma in quanti conoscono il significato di “codice destinatario”?

immagine codice destinatario con debitoor programma di fatturazione

In questa breve guida spiegheremo come ottenere e utilizzare il codice destinatario rispondendo ad alcune delle domande più comuni in brevi paragrafi.

Significato e funzionamento del codice destinatario

Il codice destinatario, anche chiamato codice sdi o codice univoco, è una sorta di indirizzo elettronico dove ti viene mandata la fattura elettronica.

Ma partiamo dall’inizio. Crei una fattura elettronica in XML e la mandi, inserendo tra le altre informazioni anche il codice destinatario. Il SdI (Sistema di Interscambio) riceve tutte le fatture elettroniche in formato XML, le controlla e decide se accettarle o no.

Una volta accettate dallo SdI, queste fatture sono considerate valide ai fini fiscali. Però manca ancora una parte del processo, ovvero le fatture devono essere consegnate alla persona corretta.

Per capire a chi consegnare il SdI guarda la partita IVA o il codice fiscale, da queste informazioni capisce chi è il destinatario.

Diversi tipi di codice destinatario

A cosa serve allora il codice destinatario? Vi sono diversi tipi di codice che indicano allo Sdi dove consegnare la fattura:

Il codice destinatario indica un programma di fatturazione o un programma FTP (trasferimento dei file) autorizzato.

Il codice destinatario standard è composto da sette cifre di caratteri alfanumerici, per esempio quello di Debitoor è ISG3907.

Se invece si inserisce 0000000, o si lascia il campo in bianco, la fattura verrà recapitata sul cassetto fiscale.

Infine se si inserisce l’indirizzo PEC, la fattura viene mandata direttamente sulla posta PEC (posta elettronica certificata).

Come ottenere il codice destinatario

Per ottenere un codice destinatario basta registrarsi su un programma di fatturazione elettronica come Debitoor. Ti verrà fornito un codice destinatario che potrai utilizzare per ricevere le fatture elettroniche dai tuoi fornitori.

Codice destinatario B2B

Il codice destinatario B2B è semplicemente il codice che ricevi con il tuo programma di fatturazione.

Viene chiamato B2B perchè è da Business a Business, ovvero tra due imprese.

Codice destinatario per privati senza partita IVA

Se non hai la partita IVA ma vuoi ricevere le fatture senza andare sul portale dell’Agenzia delle Entrate ti serve un codice destinatario.

Normalmente chi non ha la partita IVA preferisce non spendere e ricevere le fatture su “Fatture e Corrispettivi”, però è un processo lungo e che richiede tempo.

Per ottenere un codice destinatario senza partita IVA devi abbonarti ad un sistema di sola ricezione e conservazione delle fatture come potrebbe essere Aruba.

Come non sbagliare codice destinatario con l’indirizzo telematico prevalente

Abbiamo visto che ci sono tanti diversi codici e se cambi da uno all’altro devi assicurarti che i tuoi fornitori non mandino le fatture al tuo vecchio codice.

In automatico, lo SdI manda una copia delle tue fatture sul cassetto fiscale, come sicurezza, ma se vuoi sempre avere il controllo di dove finiscono le tue fatture devi utilizzare l’indirizzo telematico prevalente.

Questo servizio ti permette di impostare un indirizzo preferito e poi, se sulla fattura elettronica c’è la tua partita IVA o codice fiscale, questa viene mandata all’indirizzo che hai scelto a prescindere da codice destinatario, PEC o altre indicazioni in fattura.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp