Inizia il 2021 con un periodo di prova esteso di 30 giorni con Debitoor

Tutti gli articoli

Aggiornamento Debitoor: Come registrare il reverse charge dopo la Brexit

Come ben saprete, dal primo gennaio 2021 il Regno Unito ha lasciato l’Unione Europea. Per questo motivo, abbiamo dovuto apportare alcune modifiche al nostro programma Debitoor per quanto riguarda il modo in cui la tua impresa effettua la registrazione del reverse charge per le transazioni con i clienti nel Regno Unito.

Come registrare il reverse charge dopo la Brexit title image

Questo articolo spiega in che modo le aziende con partita IVA europea dovranno registrare le fatture e le spese in reverse charge, noto anche come inversione contabile o operazione intracomunitaria, da clienti e fornitori del Regno Unito dall’inizio del 2021.

Che cosa cambia?

In precedenza, quando registrarvi una fattura o una spesa sul tuo profilo Debitoor per un'attività con partita IVA nel Regno Unito, veniva applicata automaticamente l'inversione contabile IVA dello 0% sul prodotto.

In seguito alla Brexit, ti offriamo ora la flessibilità di scegliere se applicare o meno il reverse charge per le transazioni nel Regno Unito. Se inserisci un cliente o fornitore con un indirizzo nel Regno Unito, apparirà un pulsante con la voce ‘Operazione intracomunitaria’. Puoi lasciare questa opzione disattivata oppure attivarla.

Quando verrà applicato il reverse charge dopo la Brexit?

Il reverse charge si applica a tutti i prodotti venduti tra le imprese dell'Unione Europea con partita IVA e alcuni servizi. Ora che il Regno Unito ha ufficialmente lasciato l'UE, l'inversione contabile è cambiata a partire dal 1° gennaio 2021.

Il reverse charge verrà comunque applicato a clienti e fornitori nell'Irlanda del Nord, ma non si applicherà più a clienti e fornitori in Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia o Galles).

Pertanto, dovrai controllare l'indirizzo del tuo cliente o fornitore per vedere in quale parte del Regno Unito ha sede. Ad esempio, se avesse sede nell'Irlanda del Nord, potrai attivare il pulsante di ‘Operazione intracomunitaria’. Mentre nel caso in cui avesse sede in Inghilterra, Scozia o Galles, lascerai disattivata l’opzione.

Come emettere una fattura per le imprese del Regno Unito dopo la Brexit

Prima di questa modifica, una fattura per un cliente del Regno Unito sarebbe stata registrata automaticamente come transazione di inversione contabile se avessi selezionato 0% di IVA. Inoltre, la transazione sarebbe stata riportata anche nella tua Dichiarazione IVA in quanto parte integrante.

Ora invece dovrai selezionare manualmente l’applicazione del reverse charge in fattura. Sarà quindi necessario attivare l’opzione per applicare l’inversione contabile come in figura. Il pulsante verrà visualizzato solo se il cliente ha un indirizzo nel Regno Unito e se sei registrato per la partita IVA.

Nuovo pulsante per attivare reverse charge in fattura su Debitoor

Ad esempio, se la fattura è per un cliente nell'Irlanda del Nord, il pulsante di ‘Operazione intracomunitaria’ dovrebbe essere attivato. Se invece la fattura è per un cliente in Inghilterra, Scozia o Galles, l'inversione contabile non verrà applicata.

Come registrare una spesa proveniente dal Regno Unito dopo la Brexit

Se la tua azienda acquista merci dal Regno Unito, è stata implementata una modifica simile per gli acquisti provenienti dal Regno Unito. In precedenza, l'inversione contabile veniva applicata automaticamente se si selezionava 'Regno Unito' come paese fornitore. Ora, dovrai selezionare manualmente se applicare o meno l'inversione contabile alla spesa.

Nuovo pulsante per attivare reverse charge per acquisti su Debitoor

Questa opzione apparirà solo se selezioni un fornitore del Regno Unito (GB). I fornitori dei paesi membri dell'UE continueranno ad applicare automaticamente l'IVA inversa. Analogamente alle fatture, se il tuo fornitore si trova nell'Irlanda del Nord, verrà applicato il reverse charge. Se il tuo fornitore si trova in Inghilterra, Scozia o Galles, l'inversione contabile non verrà applicata.

Come mai questa modifica?

Data l’incertezza su un accordo riguardante la Brexit, abbiamo deciso che la soluzione ideale sarebbe stata quella di consentire all'utente di selezionare se applicare o meno l'inversione contabile.

Poiché i processi Brexit potrebbero essere modificati in qualsiasi momento, ciò ti consente la flessibilità di scegliere l'opzione corretta. Inoltre, in questo modo non sarà necessario apportare modifiche significative al nostro programma di fatturazione ogni volta che verrà fatto un annuncio sulla Brexit.

Reverse charge dopo la Brexit - Riassunto

Indipendentemente dall'esito di un accordo sulla Brexit, ti consigliamo di familiarizzare con i tuoi clienti e fornitori che hanno sede nel Regno Unito. Dovrai anche determinare quali hanno sede nell'Irlanda del Nord e quali in Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia, Galles). Sarebbe utile includere queste informazioni nel loro indirizzo di registrazione Debitoor sotto la voce ‘Clienti’ se non sono ancora state indicate.

Ti consigliamo di tenere controllato il sito web del governo per le informazioni più aggiornate su eventuali modifiche sul tema Brexit. Sarà comunque nostra premura fornirti ulteriori aggiornamenti in merito qualora ve ne fossero.

Inoltre, se hai domande sulla modifica del nostro programma di fatturazione Debitoor, non esitare a contattarci tramite e-mail o chat.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp