Tutti gli articoli

Modello fattura per corsi di formazione

Tieni dei corsi di formazione e non sai come fatturare i tuoi servizi? L'inserimento o l'omissione dell'IVA nel tuo modello di fattura dipende dal tipo di prestazione e dal soggetto che la effettua.

Questi servizi sono solitamente esenti IVA ma possono esserci dei casi in cui l'imposta va applicata.

b-it-modello-fattura-corsi-formazione.jpg

Modello di fattura per formazione esente IVA

Secondo l'articolo 20 del DPR 633/1972, le prestazioni didattiche e quelle per aggiornamento, riqualificazione e riconversione professionale che vengano fornite da istituti o scuole riconosciute o da ONLUS non sono soggette all'IVA.

Questo vale anche per tutti i servizi che gli enti pubblici richiedono ma non per eventuali beni o servizi che tali organi acquistano per poter poi organizzare i corsi.

Queste ultime transazioni, infatti, sono soggette regolarmente all'imposta.

Modello di fattura per formazione con IVA

Oltre ai beni e servizi accessori di cui abbiamo parlato sopra e che non costituiscono l'oggetto dei corsi stessi e sono perciò soggetti a regolare imposta, anche le relazioni con i privati hanno lo stesso trattamento.

Questo vuol dire che nel caso in cui lavori in maniera autonoma devi apire partita iVA e fatturare con l'imposta.

Modello di fattura per formazione nell'Unione Europea

A seguito del Regolamento europeo 282 del 2011, i servizi di formazione e simili vengono considerati come prestazioni didattiche precedentemente sotto l'articolo 7-quinquies del DPR 633/1972 e per questo queste operazioni vengono trattate in modo differente a seconda del tipo di soggetti:

  • per relazioni con altre aziende, viene applicata l'imposta del Paese del committente con reverse charge, l'integrazione dell'aliquota nazionale e la registrazione della transazione nel rapporto Intrastat
  • per relazioni con privati, viene applicata l'IVA del Paese in cui si svolge la prestazione

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp