Offerta limitata. Solo fino al 9/12/2018 ottieni il 25% di sconto. Usa il codice NAT18

Dizionario di contabilità

Più di 80 articoli per piccoli imprenditori e liberi professionisti

  1. Credito
  2. Debito
  3. IVA
  4. Liquidazione IVA

Acconto IVA - Cos'è un acconto IVA?

L'acconto IVA è il pagamento di una parte dell'IVA da contribuire durante l'anno.

Sai come gestire la liquidazione IVA? Completa la tua conoscenza in questo ambito.

L'acconto IVA consiste nel pagamento di parte dell'IVA da contribuire nell'anno successivo, il cui importo può essere calcolato in 3 metodi distinti.

L'acconto IVA deve essere versato entro il 27 dicembre di ogni anno e viene determinato in base ai dati dell'anno precedente.

Chi è tenuto a pagare l'acconto IVA?

Tutti i titolari di partita IVA e gli enti pubblici territoriali che hanno operazioni imponibili sono tenuti a pagare l'acconto IVA entro la data prestabilita.

Fanno eccezione:

  • coloro che non sono tenuti a liquidare l'IVA come chi ha aderito a un regime speciale come il regime forfettario oppure gli agricoltori esonerati
  • coloro che hanno avviato l'attività durante l'anno o l'hanno terminata prima del 30 novembre (se liquidazione mensile) o 30 settembre (se liquidazione trimestrale)
  • coloro che hanno riportato un credito IVA nell'ultimo perido dell'anno precedente o se l'importo risulta inferiore a 103,29 euro o se hanno registrato un credito (calcolato con il metodo analitico) alla data del 20 dicembre

Come calcolare l'acconto IVA?

Esistono 3 metodi con cui calcolare l'acconto IVA da pagare:

  • storico che si basa sui dati relativi all'anno precedente per i contribuenti in liquidazione trimestrale o i dati del mese di dicembre dell'anno prima per la liquidazione mensile o il quarto semestre dell'anno precedente per i trimestrali speciali.

Di questo importo totale sei tenuto a pagare solo l'88%.

  • analitico che prende in considerazione le operazioni attive e passive registrate fino al 20 dicembre dell'anno corrente. In questo modo puoi tutelarti da una possibile sanzione nel caso in cui il volume delle transazioni differisca sostanzialmente da quello dell'anno precedente e sia poi tenuto a pagare la differenza con gli interessi.

L'importo da pagare è pari a quello calcolato in questo modo.

  • previsionale il cui calcolo, come dice il nome, si basa sul valore dell'imposa previsto per il mese di dicembre dell'anno corrente per la liquidazione mensile o per l'ultimo trimestre nel caso in cui si tratti di liquidazione trimestrale o dalla dichiarazione IVA.

Devi versare l'88% dell'importo così calcolato.

Come pagare l'acconto IVA?

L'acconto deve essere pagato tramite il modello F24 online con i codici 6013 per liquidazione mensile e 6035 per liquidazione trimestrale.

Il relativo importo viene sottratto dal totale dovuto dai contribuenti, precisamente dall'importo:

  • di dicembre per la liquidazione mensile
  • della dichiarazione annuale Iva per liquidazione trimestrale
  • del quarto trimestre per i trimestrali speciali

Sanzioni per acconto IVA

Nel caso in cui sia in ritardo nel versamento dell'acconto IVA oppure non lo abbia contribuito, il debito viene gravato da una ammenda che può arrivare fino al 30% dell'importo dovuto + interessi.

Puoi rimediare tramite il ravvedimento operoso con il codice 8904, con un'aliquota ridotta in base al numero di giorni trascorsi dalla data di scadenza.

Acconto IVA e Debitoor

Su Debitoor dalla sezione rapporti puoi accedere al rapporto IVA che ti aiuta con la liquidazione.

Inoltre puoi sempre accedere ai dati precedentemente registrati e calcolare più facilmente a quanto ammonta il valore dell'imposta contribuito in precedenza da prendere in considerazione per il calcolo dell'acconto.


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi