Inizia il 2021 con un periodo di prova esteso di 30 giorni con Debitoor

Dizionario
Dizionario di contabilità di Debitoor
Caparra

Caparra - Cos'è una caparra?

La caparra consiste nell’anticipo in denaro o altro bene dato a garanzia dell'adempimento di un contratto, oppure come corrispettivo per il caso di recesso dal contratto.

Hai bisogno di emettere una fattura per una caparra? Leggi maggiori informazioni su come emettere fatture secondo il principio della legge.

Caparra: significato e caratteristiche

La caparra è un istituto previsto dal codice civile alla sottoscrizione di un contratto di vendita, generalmente di immobili o di attività, e funge da risarcimento immediato in caso di non rispetto delle pattuizioni prese. Esistono due tipi di caparra: la caparra confirmatoria e la caparra penitenziale. Ecco cosa sono e le differenze principali.

La caparra confirmatoria

La caparra confirmatoria nei contratti di vendita o nelle transazioni commerciali è una tutela per la parte cedente (il venditore). Si tratta di una somma di denaro che viene versata da colui che acquista a titolo di garanzia. Ciò significa che se l’acquirente non dovesse portare a termine l’acquisto, il venditore sarà risarcito trattenendo la somma versata con la caparra confirmatoria.

Nel caso della vendita di un immobile, per esempio, la caparra confirmatoria viene versata nel momento in cui si stipula il contratto preliminare di compravendita, detto anche compromesso. Qualora non si dovesse giungere all’atto di vendita per responsabilità del venditore, allora sarebbe quest’ultimo a dover restituire il doppio della caparra.

La caparra penitenziale

La caparra penitenziale è un istituto del tutto simile alla caparra confirmatoria: si applica anche in questo caso nella compravendita di immobili o attività, ma con alcune lievi differenze in base alle quali non è considerata una garanzia, ma piuttosto un corrispettivo.

Prima di tutto, in caso di mancata vendita non si può ricorrere in giudizio. Inoltre, se la compravendita va a buon fine, la caparra può essere restituita e non ha la funzione di acconto.

Caparra vs Acconto

Spesso vengono utilizzati in maniera indifferente i termini caparra e acconto. Tuttavia si tratta di due accezioni ben distinte.

L’acconto infatti altro non è che il pagamento anticipato di una parte del prezzo dovuto per un determinato acquisto, finalizzato a dare una garanzia al venditore relativamente alla volontà dell’acquirente di effettuare l’acquisto o concludere il contratto.

Tuttavia, se il contratto non va a buon fine, l’acconto non assume alcuna rilevanza risarcitoria e le parti non saranno in alcun modo vincolate economicamente l’una nei confronti dell’altra. In tal caso l’acconto andrà quindi restituito, salvo poi chiedere il risarcimento del danno eventualmente subito a causa del mancato adempimento.

Per quanto riguarda la caparra invece, sebbene come l’acconto rappresenti un anticipo del pagamento sul prezzo dovuto, è tuttavia posta a garanzia sia degli interessi del venditore che di quelli dell’acquirente.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp