Dizionario
Dizionario di contabilità di Debitoor
Commercianti al dettaglio

Commercianti al dettaglio - Chi sono i commercianti al dettaglio?

I commercianti o venditori al dettaglio sono coloro che vendono direttamente ai consumatori finali tramite un negozio fisico o online.

Scopri come fare la fattura elettronica per commercianti al dettaglio con Debitoor, programma di fatturazione.

L’attività dei commercianti al dettaglio - la vendita al dettaglio

La vendita al dettaglio, in inglese retail sale, è la transazione più comune nella vita di tutti i giorni. Tutti noi come consumatori acquistiamo merce da rivenditori, per la maggior parte beni di consumo e prodotti alimentari.

La vendita al dettaglio o commercio al dettaglio viene anche definita come B2C, dall’inglese Business to Consumer, e costituisce la parte finale della catena di distribuzione ovvero la vendita al consumatore finale.

Andiamo a vedere chi sono gli attori che esercitano la vendita al dettaglio, anche chiamata vendita al minuto.

Commercianti al dettaglio, i principali casi

I commercianti al dettaglio vengono chiamati in vari modi nel linguaggio comune: venditori al dettaglio, rivenditori al dettaglio, dettaglianti, retailer (in inglese).

Oltre a questi modi di classificare questo tipo di commerciante, il termine “al dettaglio” può essere sostituito con “al minuto”, creando una molteplicità di termini come venditore al minuto o commerciante al minuto.

Per fare chiarezza, il commercio al dettaglio comprende tutte le attività di vendita B2C ovvero ai consumatori finali. Il commerciante al dettaglio quindi può essere un supermercato, come un negozio di elettrodomestici, come il macellaio o come il venditore ambulante.

Le categorie principali di commercianti al dettaglio

I commercianti al dettaglio vendono principalmente tre categorie di prodotti:

  • Prodotti alimentari, come piccoli rivenditori che solitamente hanno prodotti freschi o come supermercati,
  • Beni di consumo duraturi, come elettrodomestici e simili,
  • Beni di consumo comune, come vestiti e simili.

Commerciante al dettaglio in sede fissa o ambulante

Il commerciante al dettaglio può esercitare la sua attività dal suo negozio fisico o virtuale. Quando parliamo di negozi virtuali si intendono siti di ecommerce e di vendita per corrispondenza telematica.

I negozi fisici invece possono assumere due forme, principalmente un negozio con sede fissa o ambulante.

La sede fissa è il caso più strutturato e comune, sono i vari negozi come ristoranti, supermercati, negozi di vestiti o di elettrodomestici. Il commerciante che sceglie questo modello di business deve avere un piano ben strutturato perché l’utilizzo di una sede fissa necessita di grandi investimenti iniziali.

Il venditore ambulante partecipa solitamente a fiere, mercati o festività e raramente ha un posto fisso o una clientela abituale. Alcuni commercianti al dettaglio hanno un negozio fisico ma partecipano occasionalmente ad eventi tramite vendita ambulante per esporsi ad un nuovo pubblico ed espandere la clientela.

Obblighi fiscali per commercianti al dettaglio

I commercianti al dettaglio, soprattutto in Italia, sono una grande parte della forza lavoro e spesso sono imprese familiari o microimprese. Per fortuna gli obblighi fiscali sono molto semplici.

Ogni transazione proveniente dalla vendita al dettaglio deve essere corrisposta da uno scontrino fiscale o dalla ricevuta, mentre l’importo delle vendite giornaliere va riportato nel registro dei corrispettivi.

Nel caso in cui il cliente richieda la fattura, il commerciante al dettaglio è obbligato ad emettere fattura. L’ammontare della fattura va scorporato dal totale dei corrispettivi giornalieri per evitare di contare questa cifra due volte.

Come commerciante posso rifiutarmi di emettere fattura ad un cliente?

Un commerciante non si può rifiutare di emettere fattura ad un cliente che la richiede, né per limiti di importo (faccio la fattura solo per una spesa superiore a..) ne per categoria di prodotti (per queste cose non si fa la fattura).

Inoltre i commercianti al dettaglio non possono addebitare nessun costo legato alla fatturazione al cliente (secondo l’articolo 21, de DPR 633/72), né il tempo speso per farla, né ulteriori costi nei quali si può incorrere.

Fattura elettronica per commercianti al dettaglio

Da Gennaio 2019 è entrata in vigore la fattura elettronica ed anche i commercianti al dettaglio, a meno che non siano nel regime forfettario, sono obbligati alla fattura elettronica quando gli viene richiesta.

La fattura elettronica contiene gli stessi dati della fattura normale più il codice destinatario, non è assolutamente difficile da creare ma serve un programma di fatturazione elettronica come Debitoor.

Debitoor per commercianti al dettaglio

Con Debitoor, programma di fatturazione, fare fattura e tenere la contabilità è semplice ed intuitivo. Soprattutto per chi come un commerciante al dettaglio emette poche fatture e non si vuole complicare la vita e non vuole spendere molto.

In più con i modelli di fattura personalizzabili e l’assistenza gratuita, la fatturazione diventa un modo per rimanere impressi nella mente dei tuoi clienti con il tuo logo e la possibilità di comunicare col cliente via mail mandandogli il pdf della fattura.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp