Dizionario di contabilità

Più di 80 articoli per piccoli imprenditori e liberi professionisti

  1. Fattura
  2. Data di emissione

Data di scadenza - Cos'è la data di scadenza?

La data di scadenza è l'ultima data utile per saldare una fattura.

Leggi perchè inserire una data di scadenza in fattura è importante.

La data di scadenza è il termine ultimo entro il quale il tuo cliente deve pagare la fattura da te emessa.

Questo elemento non è uno dei requisiti previsti dalla legge perchè una fattura sia considerata valida, ma è una buona pratica per ricordare al cliente di pagare in tempo.

Come fissare la data di scadenza?

Quando scegli la data di scadenza devi considerare una serie di aspetti fare attenzione alla data di emissione. Precisamente, dato il calendario delle festività italiane è bene ricordare che, se vuoi evitare che la scadenza della fattura sia un giorno festivo, NON devi emettere fattura di lunedì se a 90 giorni, di mercoledì se a 60 e di venerdì se a 30.

Pratiche consigliabili

Perchè la data di scadenza non venga ignorata e superata:

  • monitorare i pagamenti con scadenze fisse perchè potrebbero corrispondere con festività o il termine del 30/fine mese potrebbe essere probelmatico a febbraio
  • riportare la data completa e precisa così da eliminare ogni dubbio sulla data di scadenza e riportare in modo dettagliato i termini di scadenza
  • tenere sempre sotto controllo lo stato dei pagamenti

Data di emissione e data di scadenza

La data di emissione è un elemento fondamentale per determinare la data di scadenza poichè è da questa data che inizia il conto alla rovescia per il saldo.

Queste due date sono diverse a meno che il pagamento non sia immediato e la fattura venga saldata non appena emessa.

Cosa fare se la data di scadenza viene superata?

Se il termine ultimo per saldare la fattura viene superato senza che l'importo dovuto venga versato, devi agire subito per recuperare l'importo.

A questo scopo puoi inviare un sollecito ovvero un documento formale che faccia riferimento alla fatturta originale e che inciti al saldo.

Nel caso in cui tutti i tentativi di recupero del credito non abbiano successo e sia costretto a ricorrere ad un'azione legale verso il tuo cliente, puoi emettere nota di credito solo quando una sentenza definitiva abbia decretato che non è possibile recuperare l'importo.

Data di scadenza, anticipo fatture e factoring

Alcune aziende, per avere a disposizione le somme da ricevere prima della data di scadenza, ricorrono a strumenti come l'anticipo fatture o il factoring.

Nonostante ci siano delle differenze nel modo in cui questi due sistemi funzionano in generale viene anticipato l'importo di una o più fatture (o parte di esso) al costo di un interesse sul totale.

Gestire la data di scadenza su Debitoor

Su Debitoor, quando compili un modello di fattura, la data di scadenza viene impostata automaticamente in base alla data di emissione e i termini di pagamento.

Data di scadenza nel modello di fattura di Debitoor

Puoi scegliere una delle opzioni disponibili nei termini di pagamento oppure impostare la data di scadenza manualmente.

Inoltre nel campo delle note o in quello dei termini puoi specificare altri dettagli importanti.

Nella lista delle fatture, inoltre, vengono riportate la data di emissione e quella di scadenza (evidenziata in rosso se superata).

In questo modo ti è facile tenere sotto controllo lo stato dei pagamenti delle tue fatture ed eventualmente emettere un sollecito.

Puoi emettere un sollecito in pochi passi cliccando sul documento direttamente dalla lista, poi sul pulsante Altro, Crea e Sollecito.

Puoi scegliere tra diversi tipi di sollecito (più o meno intensi) ed eventualmente applicare una penale per il ritardo nel pagamento (se stabilito dal contratto e accordi previ).


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi