Dizionario di contabilità

Più di 80 articoli per piccoli imprenditori e liberi professionisti

Diversificazione - Cos'è la diversificazione?

Diversificare significa investire in titoli con natura, rischi e rendimenti diversi.

Per avere sempre chiara la situazione della tua azienda, guarda sempre i rapporti e lo stato patrimoniale. Registrati ora per la contabilità semplice e intuitiva.

La strategia di diversificazione consiste nell'avere un portfolio variato di operazioni in diversi settori e mercati allo scopo di diminuire il rischio di singoli titoli.

Perchè diversificare?

Diversificare è importante perchè è il modo in cui le aziende come tutti gli investitori riescono a mitigare il rischio dei loro investimenti.

Se ad esempio si registra una perdita in un Paese o in dei titoli, i guadagni provenienti da altre operazioni possono bilanciare e permettere all'azienda di continuare la normale amministrazione.

In caso contrario, ovvero se gli investimenti fossero concentrati in una sola area o categoria d'azione, un brutto periodo potrebbe essere fatale e compromettere la sopravvivenza dell'attività e delle finanze.

La teoria dietro la diversificazione

L'economista Harry Markowitz ha ottenuto il Premio Nobel per la sua teoria sulla creazione del portfolio di titoli.

L'idea principale contenuta nella teoria è che un gruppo di titoli diversi (per natura, rischio e rendimento) hanno un rendimento più alto e un rischio più basso dei singoli investimenti.

La diversificazione, infatti, riduce l'effetto del rischio non sistemativo ovvero quello tipico di determinati settori o imprese proprio dei singoli titoli facendo in modo che le influenze si controbilancino.

I benefici della diversificazione

Numerosi studi hanno dimostrato che la diversificazione abbia il massimo del potenziale su un gruppo ben diversificato di 25 o 30 titoli.

Al crescere del numero dei titoli, i benefici crescono in modo meno che proporzionale.


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi