Offerta limitata. Solo fino al 9/12/2018 ottieni il 25% di sconto. Usa il codice NAT18

Dizionario di contabilità

Più di 80 articoli per piccoli imprenditori e liberi professionisti

  1. Azione

Dividendo - Cos'è un dividendo?

I dividendi sono la porzione di utile che viene data agli azionisti.

Gestisci la contabilità in modo semplice e intuitivo con Debitoor. Inizia ora!

Il dividendo è la parte di utile che viene distribuita agli azionisti in proporzione alla quota contribuita.

Distribuzione dei dividendi

Le grandi aziende di solito distribuiscono i dividendi ogni 6 mesi, ogni anno oppure mai.

La distribuzione dei dividendi, infatti, non è obbligatoria ma deve essere autorizzata dall'assemblea e, prima che gli azionisti entrino effettivamente in possesso delle somme, deve passare un certo periodo detto ex dividendo.

Le società possono decidere di non distribuire i dividendi ma tenere l'ammontare come profitti non distribuiti da reinvestire per la crescita e l'espansione delle operazioni.

I dividendi non costituiscono una spesa per la società ma una riduzione dei profitti non distribuiti.

Tipi di dividendi

Solitamente la distribuzione dei dividendi è annuale nelle società italiane e può essere in denaro, azioni (aumento del patrimonio gratuito) o (raramente) in beni.

I dividendi possono essere:

  • liquidi di natura monetaria trasferiti con bonifico o assegno. L'ammontare dei dividendi dipende da quanto vale il dividendo liquido. Se ad esempio è di 1€ e l'investore possiede 100 azioni, il totale sarà di 100€.
  • assegnazione di azioni gratuite. I dividendi sono dati sotto forma di nuove azioni della società o di altre sussidiarie.
  • distribuzione di azioni gratuite a determinati soggetti. L'emissione di queste nuove azioni aumenta il numero di azioni.
  • in beni. Questa forma piuttosto rara consiste in risorse appartenenti alla società o alle sussidiarie.
  • provvisori. Sono quelli dati prima della riunione generale dell'assemblea e della creazione dei documenti ufficiali.

Tempistica dei dividendi

Ci sono 6 date importante quando si parla di dividendi:

  1. data di dichiarazione della volontà di distribuire i dividendi da parte dell'Assemblea Generale che determina un debito verso gli azionisti.
  2. in-dividend: l'ultimo giorno in cui le azioni sono disponibili sul mercato prima dell'ex dividend. Chi compra entro questo termine ha diritto ai dividendi e chi vende perde questo beneficio
  3. ex-dividend: da questo momento le azioni comprate o venduto non includono il diritto a ricevere i dividendi preannunciati
  4. chiusura dei libri e registrazione. Queste sono le date in cui i dividendi dovrebbero essere trasferiti agli azionisti e la transazione registrata.
  5. pagamento: il momento in cui i dividendi vengono effettivamente distribuiti agli azionisti.

La teoria dietro i dividendi

La distribuzione dei dividendi si basa su una teoria che afferma che gli investitori non hanno la sicurezza di ricevere guadagni derivanti dalla crescita e dal capitale investito e per questa ragione preferiscono avere i dividendi (a cui attribuiscono un valore più grande).

A questo va aggiunto che in molti Paesi i dividendi hanno un trattamento fiscale particolare meno pesante che sulle altre entrate.

Politica di pagamento dei dividendi

Esistono vari modi di calcolo dei dividendi:

  • stabile che assicura un pagamento dei dividendi regolari anche nel caso in cui le entrate della società siano fluttuanti
  • a obiettivo che si adatta ai cambiamenti delle entrate per raggiungere l'obiettivo proposto
  • costante per il fatto che la percentuale dei dividendi è fissata e l'ammontare varia in base ai guadagni conseguiti
  • dividendo residuo poichè distribuito sulla base del valore rimanente dopo aver sottratto le risorse necessarie per finanziare il patrimonio netto

Misura dei dividendi

Due strumenti vengono principalmente usati per analizzare la politica dei dividendi:

  1. il rapporto di pagamento (payout ratio): dividendi/guadagni per azione. Se il valore così calcolato è maggiore di 1, la società paga più dividendi di quello che guadagna.
  2. la copertura dei dividendi (dividend cover): flusso di cassa derivante dalle operazioni/dividendi. Questo valore mostra la capacità dell'azienda di pagare i dividendi. Un valore accettabile è 2. Se il risultato è sotto questa cifra, il livello di dividendi non è sostenibile.

I dividendi sono un indicatore della situazione delle finanze della società. Se in passato i dividendi sono stati sempre distribuiti, un mancato pagamento è un cattivo segnale per il mercato.


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi