Dizionario
Dizionario di contabilità di Debitoor
Economie di scala

Economie di scala - Che cosa sono le economie di scala

L’economia di scala è il fenomeno di riduzione dei costi e dell’aumento dell'efficienza legato ad un maggiore volume di produzione.

Stai cercando di crescere la tua impresa? Prova Debitoor gratis per ottimizzare i processi di fatturazione e contabilità.

Le economie di scala, economies of scale in inglese, sono un argomento molto importante nella ricerca della riduzione dei costi. Questo perché riducendo i costi le aziende possono aumentare il margine di guadagno e allo stesso tempo vendere più prodotti.

Per raggiungere un’economia di scala, un'impresa deve investire grandi somme di denaro nell’impianto di produzione e nei macchinari.

Lo scopo principale delle economie di scala è quello di ridurre il costo medio, quindi di aumentare il volume di produzione fino ad avere tutte le macchine che lavorano a pieno regime.

In questo modo il prezzo unitario del prodotto si abbassa perchè tutti i costi fissi vengono distribuiti sul maggior numero possibile di prodotti e le inefficienze vengono ridotte al minimo.

Vantaggi delle economie di scala

Come tutte le pratiche strategiche in economia, anche l’economia di scala ha i suoi pro e contro. Iniziamo dagli aspetti positivi:

  • Efficienza, l’economia di scala mira ad aumentare al massimo l’efficienza e quindi a non sprecare tempo o risorse.
  • Costo, ovviamente le economie di scala permettono di ridurre i costi al minimo possibile mantenendo certi standard di qualità sia nei processi che nei materiali.
  • Volume, il volume di produzione è un prerequisito ma anche un vantaggio non da poco. Infatti con l’economia di scala si possono produrre grandissime quantità di prodotti nel minor tempo possibile.

Svantaggi delle economie di scala

Passiamo adesso agli svantaggi dell’economia di scala:

  • Domanda, l’economia di scala funziona quando si produce al massimo della capacità, se però la domanda di prodotti non è costante si andranno a produrre una quantità di prodotti maggiore di quella richiesta sprecando così materiali e dovendo disporre dei prodotti extra.
  • Rigidità, le economie di scala non permettono grandi cambiamenti nel prodotto in quanto tutto l’impianto è ottimizzato per la produzione di un prodotto specifico. Nel caso in cui si debba cambiare spesso il prodotto l’economia di scala non è ottimale.
  • Investimento, infatti l’economia di scala è il prodotto di grandi investimenti. Se qualcosa non va secondo i piani e l’impianto non è più necessario o deve essere cambiato, ci saranno grandi perdite.

Economie di scala ed economie di scopo

Mentre le economie di scala mirano ad ottimizzare la produzione un prodotto, le economie di scopo sfruttano le sinergie tra diversi prodotti per unificare la produzione in un unico impianto e così ridurre i costi.

Il costo dei prodotti creati con le economie di scopo sono maggiori ma l’impianto sarà più flessibile e capace di produrre nuovi prodotti e cambiamenti, quindi non così soggetto ad oscillazioni di domanda.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp