Dizionario di contabilità

Più di 80 articoli per piccoli imprenditori e liberi professionisti

  1. Fattura elettronica
  2. Codice Destinatario
  3. Sistema di Interscambio
  4. PEC

Fatturazione elettronica B2C - Che cos’è la fatturazione elettronica B2C

La fatturazione elettronica B2C è il nuovo tipo di fatturazione che sarà obbligatoria da parte di un soggetto passivo d’IVA verso un consumatore finale (cittadino privato).

Con Debitoor la fatturazione elettronica è semplice e veloce. Provala subito!

A chi si applica la fatturazione B2C?

La Fatturazione elettronica è obbligatoria dal 2019 anche nei confronti di consumatori finali, in questo caso viene chiamata B2C.

Per tutti le attività che vendono articoli al dettaglio ed emettono scontrino fiscale, quindi tengono registro dei corrispettivi, la fatturazione elettronica non è obbligatoria ma può essere richiesta dal consumatore al momento del pagamento.

Fatturazione B2C, sarà facile?

Questo tipo di fatturazione sarà adottato poco a causa delle barriere iniziali rappresentate dal doversi procurare tutti i documenti per poter accedere al Sistema di Interscambio e ricevere una fattura elettronica da parte dei consumatori.

In alternativa si deve ricorrere a programmi di terze parti abilitati all’invio e la ricezione tramite il sistema di interscambio, come Debitoor.

Come funziona la fatturazione B2C

La fatturazione elettronica B2C è molto simile alla fatturazione elettronica B2B, va compilata l’anagrafica del cliente, va inserito il codice convenzionale “0000000” come Codice Destinatario e (nel caso la possedesse) inserire nel campo “PECdestinatario” l’indirizzo PEC.

Inoltre, va sempre inviata al consumatore una copia della fattura elettronica in formato digitale per posta elettronica o in forma cartacea.

È necessario avere un indirizzo PEC per emettere una fattura elettronica verso un privato?

All’inizio dell’implementazione della fattura elettronica sembrava necessario disporre di PEC per un cittadino privato per essere il destinatario della fatturazione elettronica.

Nel caso in cui il consumatore finale non possegga la PEC ne il Codice Destinatario, la fattura elettronica verrà recapitata seguendo il codice fiscale e il mittente dovrà inviata una copia digitale o cartacea della fattura al cliente, specificando che il documento è stato messo a disposizione nell'area personale dell’Agenzia delle Entrate “Fatture e Corrispettivi” e che quello è il documento ufficiale.


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi