Offerta limitata: ottieni il 25% di sconto sul primo acquisto solo fino al 8/12/19. Usa il codice INVERNO19

Dizionario
Dizionario di contabilità di Debitoor
Nota di credito

Nota di credito - Cos'è una nota di credito?

Una nota di credito serve a correggere eventuali errori rinvenuti in una fattura.

Leggi maggiori informazioni su come usare le note di credito.

Una nota di credito è un documento che rettifica una fattura che contiene uno o più errori.

CREA UNA NOTA DI CREDITO CON DEBITOOR

Note di variazione

Data la natura ufficiale della fattura, per legge non è corretto cancellare questo documento fiscale ma è opportuno provvedere con una nota di variazione ad emendare gli importi. Nel caso della fattura elettronica il documento viene considerato valido ai fini fiscali solo quando è stato accettato dal SdI.

Le note di variazione sono di 2 tipi:

  • note di debito. Nel caso in cui sia necessario aumentare il valore di imponibile o imposta. In questo caso il cliente ha un debito da saldare in quanto deve provvedere a versare la somma in eccesso a chi emette fattura (che vanta un credito)
  • nota di credito. Il tipo più comune che serve a diminuire l'importo indicato in fattura e restituire parte o tutta la somma pagata dal cliente (se la transazione è già avvenuta).

Note di credito, fattura digitale vs. fattura elettronica

Data l'introduzione della fattura elettronica vanno differenziati i due casi per capire come funziona la nota di credito relativa.

Fattura digitale

Nel caso di emissione di fattura digitale, quando per esempio si fa parte del regime forfettario e non si deve sottostare all'obbligo di fatturazione elettronica, la fattura viene considerata fiscalmente valida una volta inviata al cliente.

La nota di credito va quindi emessa tutte le volte che una fattura inviata a un cliente presenta qualche errore, di importo o dicitura.

Fattura elettronica

Nel caso della fattura elettronica invece, la fattura non è considerata valida se inviato il pdf al cliente, deve invece passare per i controlli del SdI e viene recapitata direttamente al destinatario, tramite il codice destinatario o l'indirizzo PEC.

CREA UN NOTA DI CREDITO PER FATTURA ELETTRONICA

Quando passa per il SdI essa arriva nelle mani dell'Agenzia delle Entrate che la ritiene valida a meno che una nota di credito, che ne va a correggere alcune parti come importo o diciture, non venga emessa ed inviata al SdI.

Attenzione, se si è inviata una fattura ed essa non è ancora stata accettata dal SdI si consiglia di aspettare a correggerla. Essa potrebbe infatti essere scartata dai controlli del SdI e tornare al trasmittente con un codice errore.

In questo caso può essere modificata senza dover emettere nota di credito, poi ovviamente dovrà essere reinviata al SdI per validarla.

Quando si emette una nota di credito?

Questo documento può essere emesso in diversi casi:

  • un errore di computo dell'imposta e/o della base imponibile,
  • una mancata o incompleta prestazione rispetto a quanto stabilito dagli accordi tra le parti,
  • una diminuzione dovuta al rinvenimento di pezzi rovinati o difettosi che non possono essere sostituiti (per cui deve essere registrato un abbuono),
  • il mancato inserimento di uno sconto previsto in fattura.

La regola generale prevede che le note di credito vengano emesse entro un anno dal momento in cui avviene l'operazione pena la non validità del documento.

Come compilare una nota di credito?

Il documento rettificativo deve contenere:

  • il riferimento alla fattura originale,
  • la data e il numero,
  • la descrizione dei prodotti/servizi,
  • i valori con segno negativo (carattere distintivo di questo documento).

Nota di credito per pagamento non avvenuto

Il creditore può diminuire l'importo e l'aliquota d'imposta da pagare se:

  1. il debitore è sottoposto a procedure concorsuali o esecutive che non abbiano avuto l'esito sperato
  2. la fattura non è stata saldata

Rientrano in questa categoria le procedure di fallimento, la liquidazione coatta amministrativa, i concordati fallimentare e preventivo.

Registrazione contabile in partita doppia

Dal punto di vista contabile, l'emissione di una nota di credito va a diminuire la parte sinistra dei conti ovvero quella del Dare poichè riduce le risorse che l'azienda avrebbe a disposizione.

Dal lato del Dare deve essere registrato il corretto valore da ricevere e ammontare IVA, mentre in quella Avere la somma da ricevere come Credito verso i clienti.

Note di credito su Debitoor

Sul programma per fattura elettronica Debitoor puoi creare delle note di credito partendo dalla fattura da modificare.

CREA UNA NOTA DI CREDITO CON DEBITOOR

Tutto quello che devi fare è andare sulla fattura per cui vuoi emettere nota di credito e cliccare Altro>Crea>Nota di credito e indicare l'ammontare parziale o totale di cui il documento viene diminuito.

Come creare una nota di credito su Debitoor, programma di fatture elettroniche

Alla sommità del documento puoi trovare le informazioni sullo stato del pagamento della fattura (parzialmente o totalmente saldata e l'importo residuo).

Queste informazioni appaiono anche nella lista delle fatture e sono visibili dall'icona sulla sinistra del pagamento mentre sulla destra tra parentesi appare la somma restante.

Come visualizzare credito residuo dell'importo della fattura

Inoltre, per facilitare la ricerca nella lunga lista di documenti puoi usare la barra di ricerca che ti permette di filtrare le informazioni.

Per rendere ancora più personale e specifico il testo delle email di invio delle note di credito, puoi riorganizzarlo o riscrivere tutto da capo usando i campi disponibili.

Come cambiare il testo delle email di invio delle note di credito

Per andare a questa sezione clicca su Impostazioni Modelli di email e sezione Note di credito.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp