Dizionario
Dizionario di contabilità di Debitoor
Regime di esonero agricoltura

Regime di esonero agricoltura

Il regime di esonero agricoltura è il regime naturale per gli imprenditori agricoli di piccole dimensioni e gli permette di avere molte esenzioni ed agevolazioni fiscali

Gestisci le tue finanze con il programma di contabilità di Debitoor

Il regime di esonero agricoltura si applica agli imprenditori agricoli che hanno conseguito un volume di affari nell’anno solare precedente o prevedono un volume di affari minore di € 7.000.

Inoltre, la cessione di beni della quale si costituisce l’attività dell'impresa, deve essere costituita per almeno due terzi dalla cessione di prodotti agricoli o ittici.

Il regime di esonero agricoltura e la partita IVA agricola

Gli imprenditori agricoli sono coloro che producono e vendono prodotti agricoli e ittici e necessitano di una partita IVA poiché non rientrano più nella prestazione occasionale, per attività continuativa o per superamento del limite di € 5000.

Per questa tipologia di imprenditori, la partita IVA si chiama partita IVA agricola.

Questa non è necessariamente legata al regime di esonero agricoltura, infatti un imprenditore agricolo con questo tipo di partita IVA può anche avvalersi del regime speciale e del regime ordinario.

Esenzioni del regime di esonero agricoltura

Grazie a questo regime, gli imprenditori agricoli sono esonerati dal versamento dell’IVA, dell’IRAP e da tutti gli obblighi di documentazione e contabilità, compresa la fatturazione, la liquidazione periodica e le altre comunicazioni periodiche.

Sono inoltre esonerati dalla dichiarazione annuale, rimane solo l’obbligo di numerare e conservare le fatture di acquisto e le bollette doganali.

Gli imprenditori agricoli nel regime di esonero agricoltura, devono comunque essere in possesso del numero di partita IVA e mantenere ordinata e numerata la documentazione di fatture d'acquisto, bollette doganali ed autofatture di vendita emesse dagli acquirenti.

Il regime di esonero agricoltura e la vendita a privati

Nel caso in cui gli imprenditori agricoli nel regime di esonero agricoltura debbano vendere a privati consumatori finali, non è obbligatoria l’emissione di scontrino o ricevuta fiscale.

Su queste transazioni infatti non viene applicata l'IVA e per questo non vengono documentate.

Il regime di esonero agricoltura e la vendita a partite IVA

Quando viene effettuata una vendita ad una partita IVA, gli agricoltori non emettono fattura in quanto il regime di esonero agricoltura non li obbliga.

Il possessore di partita IVA vorrà comunque ottenere una fattura e per questo dovrà emettere un’autofattura. Una copia dell’autofattura verrà consegnata all’imprenditore agricolo che avrà il compito di conservarla in caso di accertamenti.

Il regime di esonero agricoltura e la fatturazione elettronica

Dall’introduzione della fattura elettronica, gli imprenditori agricoli sono stati esonerati dalla compilazione dello spesometro.

Sono esonerati anche dall’obbligo di emissione di fattura elettronica, resta però il fatto che possano ricevere la fattura elettronica dai fornitori.

Questa fattura la possono trovare sul cassetto dell’agenzia delle entrate o su un programma di fatturazione e contabilità come Debitoor.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp