Guida per aziende e
professionisti

Il tuo programma di fatturazione e contabilità

Come ricevere una fattura elettronica?

A partire dal 1 gennaio 2019, il Sistema di Interscambio (SdI) fungerà da organo di controllo delle fatture elettroniche oltre che come postino consegnando le fatture dei fornitori ai clienti.

Di cosa hai bisogno perchè la fattura elettronica ti venga recapitata? Su quali piattaforme e attraverso quali mezzi puoi ricevere le fatture elettroniche dei tuoi fornitori?

Leggi questa guida per chiarire tutti i tuoi dubbi.


Con l'introduzione della fatturazione elettronica, il SdI si pone al centro delle operazioni di invio e ricezione delle fatture elettroniche.

A questo scopo, oltre a indicare i dati già richiesti da fatture cartacee e digitali, è necessario specificare anche l'indirizzo telematico che può essere un:

  • Codice Destinatario di 7 caratteri del proprio canale telematico o di quello di un fornitore che fa da intermediario per il servizio della fatturazione elettronica (come ad esempio un programma di fatturazione)
  • indirizzo PEC ovvero un indirizzo di posta elettronica certificata

In base a queste informazioni il SdI consegna la fattura, una volta superati i controlli, agli indirizzi specificati tramite questi codici anche se questi non sono di proprietà del titolare di partita IVA.

Questo vuol dire che puoi emettere e ricevere fatture elettroniche tramite un programma di fatturazione usando il relativo codice firmando una delega che autorizzi la trasmissione attraverso questo canale.

A questo fine, non devi fare alcuna comunicazione all'Agenzia delle Entrate ma basta firmare una delega a favore del tuo programma di fatturazione se scegli questi strada. Non occorre, quindi, utilizzare il modello di delega dell'Agenzia delle Entrate che copre altri casi, ma non questo.

Come assicurarti che le fatture vengano inviate all'indirizzo telematico corretto?

Come già detto sopra, con la fatturazione elettronica indicare il tuo indirizzo telematico (Codice Destinatario o indirizzo PEC) per l'emissione delle fatture, diventa molto rilevante.

Per questo ora oltre a comunicare i tuoi dati completi al fornitore, devi includere anche questa informazione.

Per avere queste informazioni sempre con te, puoi usare il QR code, una sorta di biglietto da visita che puoi tenere in tasca e che include tutti i tuoi dati fiscali e indirizzi telematici.

Puoi generare il QR code dalla piattaforma Fatture e Corrispettivi dall'apposita sezione sulla destra della schermata.

Genera il QR code da Fatture e Corrispettivi per gestire la fatturazione elettronica su Debitoor, programma di fatturazione

Inoltre, per assicurarti che le fatture ti vengano recapitate anche se il tuo fornitore scrive male il tuo indirizzo telematico, sempre dalla piattaforma Fatture e Corrispettivi puoi impostare l'indirizzo telematico prevalente in modo che l'indirizzo telematico impostato sia quello in considerazione dal SdI al momento della consegna della fattura, anche se il tuo fornitore ne ha inserito uno diverso.

Registra l'indirizzo telematico prevalente sul portale Fatture e Corrispettivi per la fatturazione elettronica

Nel caso in cui opti per l'indirizzo PEC come indirizzo telematico per l'invio e la ricezione di fatture elettroniche, puoi decidere se utilizzare una che giù usi o utilizzarne una a questo specifico scopo.

Cosa succede se non comunichi l'indirizzo telematico?

Nel caso in cui non abbia comunicato al tuo fornitore alcun indirizzo telematico oppure sia un consumatore finale (non in possesso di una partita IVA) oppure un contribuente del regime forfettario o dei minimi o un piccolo agricoltore (regimi esonerati dagli obblighi di fatturazione elettronica), il tuo fornitore nella compilazione della fattura indicherà 0000000 (7 zeri) come Codice Destinatario e il codice fiscale verrà utilizzato per rendere disponibile la fattura elettronica originale sul portale Fatture e Corrispettivi.

Per vedere l'originale della fattura elettronica inviata dal tuo fornitore, devi andare sul portale Fatture e Corrispettivi poi su Consultazione e Dati rilevanti ai fini IVA.

In questo caso il tuo fornitore, vista la possibilità di consegnarti direttamente la fattura, deve provvedere a inviarti una copia della fattura cartacea o in pdf che serve per avvisarti della fattura inviata. Neppure in questo caso una fattura cartacea o digitale (in pdf) sostituisce la fattura elettronica che rimane l'unico documento valido ai fini fiscali.

Come ricevere le fatture elettroniche in un programma di fatturazione?

Se decidi di usare un programma di fatturazione come intermediario per le operazioni di fatturazione elettronica, una volta firmata la delega, potrai ricevere le fatture elettroniche passive direttamente sul tuo conto con le procedure descritte sopra (ovvero comunicando tempestivamente il Codice Destinatario al tuo fornitore e registrandolo come indirizzo telematico prevalente).

Il più delle volte, un programma di fatturazione si occupa di importare e registrare in automatico le fatture passive ricevute dai fornitori.


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi