Dizionario
Dizionario di contabilità di Debitoor
Modello 730

Modello 730 - Che cos’è il modello 730

Il modello 730 è il modulo da compilare per la dichiarazione dei redditi di pensionati e dipendenti.

Apri la partita IVA da dipendente con tante agevolazioni per realizzare le tue idee imprenditoriali.

Il modello 730 serve a dipendenti e pensionati che, anche se non hanno il sostituto d’imposta, hanno uno o più redditi da lavoratore dipendente o assimilato.

La dichiarazione dei redditi risulta in un pagamento o in un rimborso delle imposte tramite i dati dichiarati nel modello 730.

Oltre ai redditi da dipendenti o pensionati, il modello permette di comunicare anche:

  • redditi provenienti da immobili,
  • redditi provenienti da capitale,
  • redditi di lavoro autonomo o prestazione occasionale per i quali non è richiesta la partita IVA,
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

Modello 730 ordinario o precompilato?

Il modello 730 viene presentato in due modalità: ordinario o precompilato.

Il modello 730 ordinario è un modello editabile che si può scaricare dall’Agenzia delle Entrate. Il modello è vuoto per partire ed il contribuente lo deve compilare da solo o può affidarsi ad un CAF o un assistente fiscale abilitato come un commercialista.

Il modello 730 precompilato invece, viene scaricato dall’area privata del sito dell’Agenzia delle Entrate attraverso un PIN. Il pin lo puoi richiedere negli uffici dell’Agenzia delle Entrate o puoi utilizzare altre credenziali come la CNS, lo SPID o le credenziali Fisconline.

Il 730 precompilato contiene già tutte le informazioni che l’Agenzia delle Entrate ha registrato su di te e può essere accettato così com’è o integrato. Utilizzare questo modulo non è obbligatorio ma viene raccomandato perchè ti risparmia tempo e denaro.

La trasmissione modello 730

Per dichiarare i redditi, il modello 730 va trasmesso all’Agenzia delle Entrate. La trasmissione può essere fatta tramite:

  • Sostituto d’imposta
  • CAF
  • Sito dell’Agenzia delle Entrate

Per trasmettere il 730 tramite il sostituto d’imposta, va data la delega per l’accesso al 730 e comunicata la scelta di dove destinare l’8, il 5 ed il 2 per mille. Questa documentazione va consegnata ogni anno non oltre il 7 Luglio. Il sostituto d’imposta consegnerà al contribuente una copia dei documenti trasmessi chiamata 730-3.

Per trasmettere tramite CAF, si deve consegnare la delega per l’accesso al 730 e per lo scaricamente del 730 compilato in nome del contribuente, si devono consegnare tutti i documenti integrativi nel caso il 730 non sia completo.

Il CAF si prende la responsabilità di controllare e verificare i dati inseriti e di apporre un visto di conformità. In caso di errori il CAF pagherà il 30% dell’imposta non pagata con l’ammontare maggiore. Ricordiamo che il CAF trasmette i modelli gratuitamente mentre ci sono costi per compilare il 730.

Trasmettere tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate significa trasmettere il 730 autonomamente. Quest’opzione è comune solo nel caso in cui il 730 precompilato sia completo e venga semplicemente accettato e trasmesso, risparmiando tempo e senza dover passare per processi burocratici.

In questo caso la responsabilità è del contribuente e va compilata anche la scheda dell’8, 5 e 2 per mille e va indicato un sostituto d’imposta che eseguirà il conguaglio.

Le scadenze del modello 730

Il modello 730 precompilato viene reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate il 15 aprile di ogni anno. Il modello 730 ordinario è invece sempre disponibile in quanto può essere scaricato e modificato in ogni momento.

Per la presentazione invece le scadenze variano a seconda del metodo utilizzato:

  • Il 7 Luglio se il 730 viene trasmesso tramite sostituto d’imposta,
  • Il 23 Luglio se si trasmette il 730 dall’Agenzia delle Entrate o se lo si consegna al CAF o ad un professionista abilitato.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp