Dizionario di contabilità

Più di 80 articoli per piccoli imprenditori e liberi professionisti

  1. Fattura
  2. Liquidazione IVA
  3. Criterio di cassa

Criterio di competenza - Cos'è il criterio di competenza?

Il criterio di competenza è un principio di gestione contabile che si basa sulla data di registrazione di entrate e uscite.

Leggi maggiori informazioni su come gestire la tua fatturazione.

Il criterio o principio di competenza è un principio usato per determinare la rilevanza delle transazioni ai fini contabili in base alla data di registrazione.

Il metodo di assegnazione contabile opposto è il criterio di cassa che invece considera le operazioni rilevanti solo alla data dell'effettivo pagamento.

Come funziona il criterio di competenza?

Secondo il criterio di competenza, le entrate e le uscite sono rilevanti e imputabili dal punto di vista contabile nel momento in cui si registrano indipendentemente dal momento in cui si manifestano economicamente ovvero avviene l'effettivo pagamento.

Per il calcolo delle imposte e la liquidazione IVA si considera quindi il periodo in cui sono entrate nella contabilità.

Questo criterio viene solitamente applicato alle entrate e uscite delle imprese.

Un esempio pratico

Nel caso in cui abbia prestato una consulenza per 5.000 euro nel periodo di maggio, è in questo periodo che dovrai pagare le imposte sul relativo importo anche se di fatto hai solo emesso la fattura e non ricevuto l'importo.

Lo stesso vale anche per fatture passive o acquisti che siano state registrate in contabilità.

Il criterio di competenza su Debitoor

Su Debitoor il principio di competenza è l'opzione predefinita per gestire la tua contabilità. Nel caso in cui voglia passare a quello di cassa puoi farlo dalle impostazioni in un attimo.


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi