Offerta limitata. Solo fino al 9/12/2018 ottieni il 25% di sconto. Usa il codice NAT18

Guida per aziende e
professionisti

Il tuo programma di fatturazione e contabilità

Concetti basilari di SEO ovvero Search Engine Optimizzation

Con l'avvento di internet e la presenza di numerose aziende anche online e l'utilizzo di Google come principale motore di ricerca i concetti di SEO, Search Engine Optimization o ottimizzazione del posizionamento nei motori di ricerca diventano sempre più importanti.


Per qualsiasi azienda Internet rappresenta un canale molto potente per acquisire nuovi clienti e farti conoscere. Accanto ai metodi di marketing tradizionale si stanno sviluppando sempre di più quelli attraverso la rete.

Nonostante alcuni tipi di pubblicità rimangano a pagamento, gli strumenti SEO possono aiutarti notevolmente a migliorare la tua posizione senza dover spendere soldi.

In cosa consiste il SEO?

Con il termine SEO ci si riferisce a tecniche che servono a migliorare il posizionamento della pagina nei motori di ricerca ovvero proporti tra i primi risultati che appaiono su Google quando un possibile cliente cerca su Internet un'attività come la tua.

Considata la potenza della rete e la crescente tendenza di fare acquisti online sarebbe imperdonabile farsi sfuggire una simile occasione di attrarre clienti.

Ricorda che puoi anche scrivere contenuti di qualità e offrire un bene o servizio eccezionale ma se non attui la strategia SEO, questi rimangono invisibili al vasto pubblico di Internet.

Se non hai mai sentito parlare di SEO o ne sai poco, in questo articolo vogliamo fornirti una guida alle nozioni fondamentali.

1) Ogni pagina deve avere un proprio argomento

Per ottimizzare al massimo la qualità delle informazioni fornite al cliente devi sviluppare ogni tema in una pagina diversa.

Questo ti permette di attrarre le persone giuste che stanno cercando una risposta alla domanda a cui tu rispondi nella pagina.

In questo modo cerchi di ridurre il bouch rate ovvero la tendenza del lettore a chiudere la pagina nel momento in cui non trova l'informazione che cerca.

È normale che abbia un grande numero di informazioni da voler comunicare ma è bene che lo faccia in modo organizzato in modo che il lettore trovi quello che cerchi e continui a leggere.

2) Definisci le tue parole chiave

Ogni attività ha delle parole chiave che la identificano e a cui deve essere associata nella ricerca online e offline. Ad esempio per Debitoor modello di fattura e programma di fatturazione sono tra queste.

Sappiamo queste informazioni poichè queste sono le ricerche più frequenti che portano alla nostra pagina e monitoriamo questo aspetto grazie a Google AdWords, uno degli strumenti Google.

3) Usa dei titoli della pagina che includano la parola chiave.

L'algoritmo dei motori di ricerca presta molta attenzione ai titoli della pagina e conferisce maggiore valore a quelli che includono la parola cercata.

Perchè il testo del titolo sia totalmente visibile è bene che ti tenga nel limite dei 60 caratteri massimo (spazi inclusi). In caso contrario, parte del tuo testo potrebbe essere perso e con questo il valore dato alla pagina dal motore di ricerca.

4) Inserisci anche la meta descrizione della pagina

Questa descrizione appare subito sotto il titolo e serve a spingere i lettori a cliccare su quella pagina piuttosto che su altre. La lunghezza consigliata è non oltre i 150 caratteri altrimenti il testo viene troncato e i caratteri eccedenti sostituiti da puntini sospensivi.

5) Inserisci le parole chiave nell'intestazione

Se scrivi un articolo riguardo alla cucina italiana stai attento a inserire queste due parole nell'intestazione. Questo suggerisce a Google che l'articolo è rilevante per questa ricerca e anche per questioni di tecniche di lettura.

L'occhio umano infatti tende a scannerizzare il contenuto prima di lanciarsi nella piena lettura dell'articolo e per questo i diversi titoli sono molto importanti per invogliare alla lettura e identificare le informazioni importanti.

Attento però a non esagerare nell'utilizzo delle parole chiave per non incorrere nell'ira e le penalizzazioni di Google.

6) Usa la tag ALT per ottimizzare le immagini

Le tag alt sono un testo alternativo che serve per far identificare le immagini ai robot di Google che non vedono le immagini come l'occhio umano ma possono leggere delle parole che le identificano e le considerano per il posizionamento.

7) Inserisci la parola chiave nella url

La url ovvero l'indirizzo che identifica la pagina è costituito da una serie di parole (senza caratteri speciali) divise da trattini (piuttostoi che spazi).

Devi inserire le parole chiave nella url in modo da trarre il massimo da questo elemento.

8) Inserisci collegamenti alla parola chiave

Inserire collegamenti ad altre pagine è molto importante per dare rilievo alla parola chiave. Possono essere tante altre pagine del sito quanto fonti esterne e ottimizzare l'anchor tex ovvero il testo di ancoraggio (le parole a cui viene collegata la pagina).

Questo vuol dire che al classico "fai click qui per saperne di più" deve essere sostituito da una parola più naturale e coerente con il testo e che contenga la parola chiave della pagina a cui si indirizza.

9) Non copiare nè duplicare contenuti

In nessun caso devi copiare i contenuti presenti su un'altra pagina. I motori di ricerca come Google penalizzano lo stesso identico contenuto che compare su diverse pagine web sia sul tuo sito che siti di altri.

10) Crea dei contenuti di alta qualità, in modo regolare e condivilo sui social media

La luce che deve sempre guidarti è proprio questa: creare dei contenuti di alta qualità che rispondano alle domande dei lettori e li aiutino effettivamente.

Per riuscire in questo devi effettuare molte ricerche e paragonare le diverse fonti al fine di redigere un'articolo quanto più preciso e accurato possibile.

Un altro aspetto importante è quello di condividere i contenuti così creati attraverso i social media così che possano avere risalto.


Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi