Tutti gli articoli

2017: tutte le novità del Jobs Act per i lavoratori autonomi

Il nuovo Jobs Act ha introdotto delle novità in materia di:

  1. malattia e infortunio
  2. maternità e congedo parentale
  3. spese di formazione
  4. DIS-COLL
  5. modifica del contratto e pagamenti in ritardo

ddt-inizia-creare-ddt-debitoor.png

Nessuna di queste riguarda la fatturazione ma ci sono molti aspetti interessanti.

1. Malattia e infortunio

Le nuove regole contenute nel Jobs Act prevedono che in caso di malattia o infortunio che impediscano di lavorare per un periodo superiore ai 60 giorni e per massimo 2 anni danno la possibilità di sospendere il pagamento di assicurazione e contributi previdenziali, visto lo scarso livello di guadagni percepiti per forza di causa maggiore.

Inoltre, questi avvenimenti se non superano i 150 giorni di durata su base annuale, non vanno a terminare il rapporto di collaborazione con il committente ma solo a congelarlo per quel determinato periodo.

2. Maternità e congedo parentale

Le lavoratrici autonome iscritte alla Gestione Separata vengono messe sullo stesso piano di quelle dipendenti.

Questo significa che hanno diritto all'indennità di maternità 2 mesi prima di partorire e 3 mesi dopo pur continuando a lavorare (cosa non permessa precedentemente) e può farsi sostituire da un collega altrettando qualificato previo assenso del cliente.

Il periodo di congedo parentale viene esteso a 6 mesi a condizione che siano state pagate 3 mensilità di contribuzione maggiorata.

3. Spese di formazione

Puoi dedurre spese di formazione professionale per massimo 10.000 euro e corsi di autoimprenditorialità e certificazione fino a 5.000 euro.

4. DIS-COLL

Il DIS-COLL è un'ammortizzatore sociale introdotto nel 2015 in forma sperimentale per lavoratori a contratto a collaborazione coordinata e continuativa o a progetto che normalmente non potrebbero ricevere indennità di disoccupazione.

Con il nuovo Jobs Act il DIS-COLL viene istituito ufficialmente ed esteso anche a assegnisti e dottorandi di ricerca che ne erano prima esclusi.

5. Modifica del contratto e pagamenti in ritardo

L'ultimo, ma non meno importante, di questi cambiamenti è l'invalidità di cambiamenti unilaterali del contratto da parte del committente, la scissione del contratto o i termini di scadenza a più di 60 giorni.

Inoltre tutte le spese sostenute dal lavoratore autonomo per evitare il mancato saldo delle fatture emesse al committente diventano deducibili.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp

La tua privacy è importante per noi

Quando accedi a questo sito o utilizzi una delle nostre applicazioni mobili, potremmo raccogliere automaticamente informazioni come dati standard e identificatori per scopi statistici o di marketing. Puoi acconsentire al trattamento per queste finalità configurando di seguito le tue preferenze. Se preferisci rinunciare, puoi in alternativa scegliere di negare il consenso. Tieni presente che alcune informazioni potrebbero essere conservate lo stesso dal tuo browser poiché sono necessarie per il funzionamento del sito.