Tutti gli articoli

Business Angel e Venture Capital: cosa sono?

Oggi parliamo di un argomento molto importante per la crescita e lo sviluppo delle startup.
Dante Fenice, fondatore di Startup vincente, una fonte di ispirazione eccellente per chi intende avviare una startup, approfondisce con noi il tema Business Angels e Venture capital.

business-work-chairs-desks.jpg

Quando parliamo di Business Angel e di Venture Capital dobbiamo prima di tutto capire di che tipo di soggetti stiamo parlando: si tratta di quelli che vengono definiti “investitori informali”.

Gli investitori informali (o investitori privati) si distinguono rispetto agli investitori formali (come per esempio le banche e le società finanziarie).

Sia gli investitori formali che quelli informali investono nelle startup, ma lo fanno con modalità differenti: gli investitori formali non investono direttamente nell’impresa, ma si limitano a finanziare la startup con una somma di denaro.

Il rapporto fra investitori formali e startup è quindi dato solo dalla restituzione (o mancata restituzione) del finanziamento concesso.

Gli investitori informali invece investono direttamente nel capitale di una startup: non si limitano quindi a concedere un prestito, ma contribuiscono al capitale dell’impresa e, in questo modo,“entrano” di diritto nella startup e nei suoi meccanismi di gestione (grazie all’acquisizione di quote della società).

Mentre gli investitori formali basano la loro decisione sul concedere o meno un finanziamento principalmente sui dati derivanti dai bilanci delle startup (privilegiando la concessione di finanziamenti a imprese finanziariamente solide).

Gli investitori informali, invece, esaminano con più attenzione l’idea di business proposta dall’impresa, per valutare se possa in effetti avere successo e produrre ricavi e guadagni in breve tempo.

Vediamo quali sono le caratteristiche di Business Angel e Venture Capital e quale possa essere il loro contributo per una startup.

Cosa sono i Business Angel?

Quando parliamo di Business Angel ci riferiamo a soggetti che si investono nelle attività di impresa,in particolare nelle startup.

I Business Angel sono normalmente soggetti che hanno operato (oppure operano ancora) nel mondo del lavoro: imprenditori, ex-imprenditori, manager di grandi società.

L’intento di un Business Angel è quello di effettuare un investimento in una startup che sia promettente: cioè che sia in grado di crescere in modo rapido e di produrre guadagni alla stessa velocità.

Per fare questo i Business Angel compiono una valutazione che va al di là dell’analisi dei documenti di bilancio, ma va a valutare le potenzialità di un’idea di business.

Per questo motivo i Business Angel sono spesso disponibili a finanziare startup in fase di avvio: in questo caso si tratta ovviamente di un investimento che può essere definito “a rischio”, ma il Business Angel non si limita a offrire un capitale da investire.

Infatti il rapporto fra Business Angel e startup è molto più stretto.

Proprio per la sua natura (di soggetto che opera o ha operato in un determinato settore del mercato)il Business Angel è in grado di fornire tutta una serie di “servizi” di consulenza che possonorivelarsi molto utili per una startup.

Si tratta di una sorta di “tutoraggio” che il Business Angel offre alla startup che decide di finanziare, mettendo a disposizione la sua esperienza, le sue conoscenze delle dinamiche del mercato e tutta la rete di contatti (fornitori, clienti, altre società) che ha costruito negli anni.

Non è possibile quantificare quale può essere il valore di questo “servizio aggiunto” ma è sicuro che può realmente rivelarsi prezioso per una startup che si trovi nella fase di avvio dell’attività.

Il rapporto che si instaura fra Business Angel e startup finanziata va dunque oltre il semplice prestito di denaro, ma diventa una vera e propria collaborazione.

È ovvio che il Business Angel voglia assicurarsi di aver “investito bene” il proprio denaro e che le premesse presentate dall’idea di business si realizzino tutte, portando a un buon guadagno.

Per quel che riguarda le aree di intevento, il Business Angel si occupa normalmente di startup in fase di avvio o entrate da poco sul mercato, con interventi in genere che non superano i 200.000 euro.

Cosa sono i Venture Capital?

Anche i Venture Capital sono investitori informali: nella maggior parte dei casi si tratta di fondi di investimento che finanziano startup che hanno già una solida posizione sul mercato e hanno progetti di concreta espansione.

I Venture Capital non offrono un semplice finanziamento, ma effettuano normalmente dei versamenti in conto capitale della startup che intendono finanziare (molto spesso lo strumento preferito per effettuare questa operazione è quello dell’aumento di capitale).

In questo modo acquisiscono una “fetta” della startup stessa e questa quota della società rappresenta il loro investimento.

Infatti nell’ottica del Venture Capital la startup finanziata dovrebbe realizzare il suo progetto di crescita e aumentare in modo proporzionale il fatturato e i guadagni.

Passato un determinato periodo di tempo, il Venture Capital procederà a vendere la sua quota di partecipazione della startup, che nel frattempo si sarà apprezzata, e realizzerà in questo modo il suo guadagno.

Ovviamente il Venture Capital ha tutto l’interesse che il progetto di espansione imprenditoriale si realizzi e porti i risultati sperati.

Per questo, al momento dell’ingresso nella startup che finanzia,normalmente un Venture Capital stipula anche dei patti societari che gli consentono un controllo sulle decisioni e sulla politica di impresa.

Si tratta di uno strumento di tutela di investimenti che possono essere anche molto consistenti.

Infatti gli investimenti effettuati dai Venture Capital possono arrivare anche ai 500.000 euro e oltre.

Ovviamente, in cambio di un investimento di questa portata, il Venture Capital cerca delle startup che siano caratterizzate da un alto livello di scalabilità (che cioè siano in grado di produrre guadagni proporzionalmente agli investimenti effettuati).

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp

La tua privacy è importante per noi

Quando accedi a questo sito o utilizzi una delle nostre applicazioni mobili, potremmo raccogliere automaticamente informazioni come dati standard e identificatori per scopi statistici o di marketing. Puoi acconsentire al trattamento per queste finalità configurando di seguito le tue preferenze. Se preferisci rinunciare, puoi in alternativa scegliere di negare il consenso. Tieni presente che alcune informazioni potrebbero essere conservate lo stesso dal tuo browser poiché sono necessarie per il funzionamento del sito.