Tutti gli articoli

Sopravvivere alla crisi: capacità di recupero e performance

fighters.jpg

In periodi di crisi come quello che l'Italia sta attraversando è normale sentirsi scoraggiati e avere delle prospettive non rosee.

Tuttavia, non bisogna chiudersi in se stessi e assumere un atteggiamento disfattista ma affrontare con coraggio e determinazione le difficoltà e rinforzare la capacità di assorbimento degli shock.

Questa abilità di recupero e di flessibilità viene chiamata resilience in inglese ed è fondamentale per la sopravvivenza delle aziende in caso di crisi.

Allena la resilienza e proteggiti dagli eventi sfavorevoli

Nessuna azienda è resiliente fin dall'inizio ma questa capacità viene allenata e sviluppata nel tempo.

Una nuova ricerca condotta dallo SDA Bocconi definisce quattro passi per aumentare la resilienza e fornisce un quadro generale sugli elementi vincenti nelle aziende di successo.

Prima di tutto, data la eterogeneità di aziende e scenari economici è importante capire quale sia il punto di partenza. Ogni impresa, infatti, deve determinare il proprio stato di flessibilità per poter intraprendere delle iniziative volte a migliorarlo.

Inoltre, per aumentare il livello di resilienza potrebbe essere necessario ammettere dei profitti più bassi nel breve periodo per avere una struttura solida a lungo termine.

È necessario avere un'idea precisa dei punti deboli dell'azienda e testare continuamente le risorse simulando delle condizioni di crisi ed emergenza. Un'analisi delle reazioni a questa situazione può guidare i passi successivi del rafforzamento.

Allo stesso tempo, è importante avere chiari i punti di forza e gli elementi che potrebbero incrementare la flessibilità e elasticità in azienda permettendo un veloce recupero dopo un brutto colpo.

Quali sono gli elementi delle aziende resilienti?

Nel libro Resilience di Venzin e Pirotti vengono presentate 7 caratteristiche comuni alle aziende resilienti:

  1. Autenticità. Le operazioni delle aziende resilienti vengono svolte seguendo un piano bene preciso e sono in linea con i valori fondanti dell'organizzazione.
  2. Clienti al centro. I consumatori sono la ragione per cui queste aziende operano e l'obiettivo principale è quello di soddisfare i loro bisogni con lo scopo di costituire una solida base di clienti nel lungo periodo.
  3. Business model semplice. Il modello utilizzato è molto semplice e non è una struttura rigida e statica che non possa essere velocemente adattata ai cambiamenti. I prodotti e servizi cuore dell'attività sono collegati a risorse e capacità dell'azienda.
  4. Internazionalizzazione limitata. Nonostante l'espansione in mercati esteri sia molte volte fonte di maggiori guadagni e successo, questa strategia implica anche dei rischi che non sempre possono essere controllati. Per questa ragione, le aziende resilienti tendono a concentrarsi su un massimo di 5 località straniere in cui hanno una posizione leader come nel mercato domestico.
  5. Obiettivi a lungo termine. Le strategie elaborate da aziende resilienti guardano spesso al futuro e ai vantaggi che verranno acquisiti nel lungo periodo. Per questa ragione le decisioni prese dai manager hanno un raggio d'azione che copre uno spazio di tempo più vasto e non limitato al fututo prossimo.
  6. Decisioni veloci ed efficienti. I manager prendono decisioni in maniera relativamente veloce ma questo non va a scapito della qualità delle decisioni che rimane la migliore, date le informazioni e le risorse disponibili.
  7. Risorse umane qualificate. Nelle aziende resilienti i CEO di solito sono molto preparati e hanno delle vaste conoscenze in molti campi e i manager collaborano e seguono la stessa direzione guidati dai valori strategici.

Programma di fatturazione e contabilità per PMI e autonomi Debitoor by SumUp

La tua privacy è importante per noi

Quando accedi a questo sito o utilizzi una delle nostre applicazioni mobili, potremmo raccogliere automaticamente informazioni come dati standard e identificatori per scopi statistici o di marketing. Puoi acconsentire al trattamento per queste finalità configurando di seguito le tue preferenze. Se preferisci rinunciare, puoi in alternativa scegliere di negare il consenso. Tieni presente che alcune informazioni potrebbero essere conservate lo stesso dal tuo browser poiché sono necessarie per il funzionamento del sito.